L’OSSERVATORE

La fisica quantistica ha constatato che un “qualcosa” può essere osservato sia come particella, sia come vibrazione. E ciò dipende dall’osservatore. Perciò il mondo viene influenzato dall’osservatore. Il mondo oggettivo non esiste. Il mondo è ciò che di esso pensiamo: è quello che noi vogliamo vedere !Radionica25158141_10212224089092289_5397605594203125190_n

Annunci

RISONANZA BENEFICA

53F9B4F0-B52E-4CA2-AF42-FD56DB7F4A82Azioni negative non producono risonanza benefica, mentre quelle positive invece vanno in risonanza con le frequenze naturali del creato e agiscono nel profondo sia in chi agisce che nel ricevente.

LA FORZA DEL PENSIERO

La forza del pensiero è il mezzo più potente

per acquistare la conoscenza, se lo teniamo concentrato su un soggetto,

supererà qualsiasi ostacolo e risolverà il problema.

Se si impiega la forza di pensiero necessaria, non c’è niente

che non sia al di là della comprensione umana.

Nella misura in cui noi la disperdiamo, tale forza ci è di poca utilità,

ma appena siamo pronti a cogliere l’occasione per sfruttarla, ogni conoscenza sarà nostra.

4264a18e243261087f854e371868adee

http://www.olobenda.guru

LA LUMINESCENZA

“Benvenuti nel luogo che fu, è, e che rimarrà per alcuni pionieri che seppero trarre LUCE ed energia dalla sapienza che veniva dall’alto e che dall’alto veniva poi irradiata per le vie del mondo. Noi  demmo al mondo gran sapere, demmo al mondo la possibilità di acquisire conoscenze non note se non a pochi e a questi che ebbero poi la grande lungimiranza di sapere infondere in altri pochi esseri, la luminescenza. Il vero ed unico sapere che trascende la vera linea nota delle grandi energie insite nel mondo. E’ cosi che grande fu il nostro operare e con il grande operare, riuscimmo a dare vigore ed energia a ciò che creammo. Grande fu la creazione perché grande fu l’energia insita.

PhotoFunia-1501755822

LE TAVOLE OLOBENDA

Le tavole OLOBENDA agiscono come un ponte tra i regni più alti e i più bassi. Sono porte interdimensionali che collegano la coscienza umana ai regni degli archetipi e dell’infinito. Le relazioni di forma, movimento, spazio e tempo sono evocate dal mandala. Esse offrono una via per entrare in contatto con l’armonia e l’equilibrio della natura. Portano nel nostro campo di consapevolezza i principi della natura. Per migliaia di anni, l’immaginario del mandala è servito come un mezzo per espandere la mente. Le immagini trascendono il linguaggio e il pensiero razionale. Portano alla saggezza della conoscenza universale e ad una più profonda comprensione della coscienza umana.